Test cutaneo (SPT)

SPT è il test allergologico più comune eseguito. I test cutanei possono essere il modo più accurato e meno costoso per confermare gli allergeni. SPT è un test semplice, sicuro e veloce, che fornisce risultati entro 15-20 minuti.

La SPT viene solitamente eseguita sull'interno dell'avambraccio, ma in alcune circostanze può essere eseguita su un'altra parte del corpo, come la schiena (neonati / bambini piccoli). Gli allergeni di prova vengono selezionati dopo l'esame tramite il medico. Possono essere testati solo 3 o 4 o fino a circa 25 allergeni. Il medico o l'infermiere posiziona una piccola goccia del possibile allergene sulla pelle. Quindi punteranno la tua pelle con una lancetta attraverso la goccia. Se sei sensibile alla sostanza, svilupperai una risposta allergica localizzata, sotto forma di gonfiore (protuberanza / pomfo), arrossamento e prurito nel sito del test entro 15 minuti. Di solito, più grande è il ponfo, più è probabile che tu sia allergico all'allergene. Il SPT può essere eseguito su tutte le fasce d'età, compresi i bambini.

È importante sapere:

  • Un risultato positivo del test cutaneo non diagnostica di per sé un'allergia.
  • Un test cutaneo positivo non prevede la gravità di una reazione allergica.
  • Un test cutaneo negativo di solito significa che non sei allergico. Possono verificarsi reazioni negative per altri motivi, ad esempio; se il paziente sta assumendo antistaminici o farmaci che bloccano l'effetto dell'istamina.

Il paziente deve interrompere l'assunzione antistaminici e alcuni altri farmaci prima del test. Gli antistaminici a lunga durata d'azione (quelli che non causano sonnolenza) devono essere sospesi per 1 settimana; gli antistaminici a breve durata d'azione possono essere sospesi 48 ore prima. Molte miscele per la tosse contengono un antistaminico; pertanto informi il medico di eventuali farmaci che ha assunto.

Test cutaneo intradermico

Il test consiste nell'iniettare una piccola quantità di un estratto allergenico nella pelle, con una siringa e un ago. La lettura viene eseguita dopo 10-15 minuti valutando il ponfo e il rossore risultanti. I medici possono utilizzare questo test se i risultati del test cutaneo sono negativi ma sospettano ancora che tu abbia allergie. Il medico può utilizzare questo test per diagnosticare un'allergia ai farmaci o al veleno. I test cutanei non sono accurati al 100%. Alcuni pazienti hanno risultati positivi con sostanze che tollerano senza sintomi. In questo caso diciamo che sono solo sensibilizzati ma non allergici. Al momento, ci sono pochissime indicazioni per il test cutaneo intradermico per l'allergia alimentare.

Patch test allergico o test epicutaneo

Questo test viene eseguito applicando sulla pelle della schiena alcuni cerotti con diverse sostanze (medicinali, ingredienti cosmetici, metalli, prodotti chimici per la gomma, alimenti,). Il test determina quale allergene può causare la dermatite da contatto. Le patch vengono rimosse dopo 48 ore, ma la lettura finale viene eseguita dopo 72-96 ore. Se sei sensibilizzato alla sostanza, dovresti sviluppare un'eruzione cutanea locale. Il numero di cerotti dipende dalle sostanze sospette che il medico desidera indagare. Informa il tuo medico di tutti i farmaci che stai ricevendo. I corticosteroidi sistemici o gli immunomodulatori possono modificare i risultati del test. I bagni e la sudorazione possono spostare le macchie, quindi fai attenzione.

Analisi del sangue

IgE totali sieriche

Tutti hanno l'immunoglobulina E (IgE), un anticorpo coinvolto nelle classiche reazioni allergiche. Questo test misura tutte le IgE nel sangue. Il test non è molto utile, perché una serie di altre condizioni causano alti livelli di IgE come alcune infezioni parassitarie, infezioni da batteri o virus, malattie della pelle, tumori maligni, funghi,…. Alcune persone con IgE totali elevate non svilupperanno allergie; alcune persone con livelli normali possono anche così sviluppare un'allergia. I livelli di IgE non sono necessariamente correlati all'allergia alimentare. Le IgE totali sieriche non significano che un paziente è allergico a una sostanza specifica. È necessario misurare le IgE specifiche.

IgE specifiche

In un'analisi del sangue il medico può misurare le IgE totali sieriche, ma può anche misurare le IgE specifiche. Le IgE specifiche sono le IgE dirette contro un singolo allergene (es. Polline di graminacee, acari della polvere domestica o alimenti come arachidi o penicillina). Se hai una condizione della pelle o stai assumendo medicinali che interferiscono con i test cutanei, possono essere utilizzati esami del sangue per gli allergeni. Possono anche essere usati per i bambini che potrebbero non tollerare i test cutanei. Il medico preleverà un campione di sangue e lo invierà a un laboratorio. Il laboratorio aggiunge l'allergene al campione di sangue e quindi misura la quantità di anticorpi che il sangue produce per attaccare gli allergeni. Alcune persone hanno quella specifica IgE, ma possono tollerare la sostanza - ad esempio, hanno IgE specifiche contro le arachidi ma sono in grado di mangiare noccioline senza alcuna reazione. Sono sensibilizzati, ma non allergici. Alcune persone hanno IgE specifiche e reagiscono alla sostanza. Sono allergici, non solo sensibilizzati. Normalmente, più alti sono i livelli di IgE specifiche, più intensi sono i sintomi dell'allergia. Esistono diverse aziende che hanno sviluppato metodi per misurare IgE specifiche e talvolta questa analisi può ricevere nomi come RAST, CAP, ELISA o altri. Non esiste un test che possa determinare la gravità di un'allergia per qualcuno.

Test di sfida alimentare

Questo test viene solitamente eseguito con possibili farmaci o allergie alimentari. A volte, anche dopo aver eseguito punture cutanee ed esami del sangue, un allergologo non è in grado di dare una diagnosi definitiva. In questo caso, il medico suggerirà un test di provocazione alimentare orale (OFC), un test diagnostico altamente accurato per l'allergia alimentare. Durante la sfida alimentare, l'allergologo ti nutre con il cibo sospetto in dosi misurate, iniziando con quantità molto piccole che è improbabile che possano innescare i sintomi. Dopo ogni dose, si viene osservati per un periodo di tempo per eventuali segni di una reazione. Se non ci sono sintomi, riceverai gradualmente dosi sempre più grandi. Se mostri segni di reazione, la sfida alimentare verrà interrotta. Con questo regime, la maggior parte delle reazioni sono lievi, come vampate di calore o orticaria, e le reazioni gravi sono rare. Se necessario, ti verranno somministrati farmaci, il più delle volte antistaminici, per alleviare i sintomi. Se non si hanno sintomi, è possibile escludere un'allergia alimentare. Se il test conferma che hai un'allergia alimentare, il tuo medico ti fornirà informazioni sulle tecniche per evitare il cibo e / o prescriverà farmaci appropriati. Questo test ha il potenziale per provocare una reazione grave. La sfida deve essere condotta all'interno di una struttura medica con attrezzature e personale per far fronte a possibili reazioni pericolose per la vita. Il team medico osserverà il paziente per i sintomi fino a diverse ore dopo la sfida. Prima di un test di provocazione alimentare, i pazienti devono evitare il cibo sospetto per almeno 2 settimane. Anche i farmaci antistaminici regolari vengono sospesi.

Esistono tre tipi di sfide alimentari per via orale:

Sfida alimentare in doppio cieco, controllata con placebo (DBPCFC)

Questo test è il "gold standard" per diagnosticare un'allergia alimentare. Il paziente riceve dosi crescenti del sospetto allergene alimentare o un placebo. Doppio cieco significa che l'allergene e il placebo si assomigliano, né tu né il tuo medico saprete quale stai ricevendo. Questo processo garantisce che i risultati del test siano assolutamente obiettivi.

Sfida alimentare per un cieco

In questo test, l'allergologo sa se stai ricevendo l'allergene, ma tu no.

Sfida del cibo aperto

Sia tu che il tuo medico sapete se state ricevendo o meno un allergene. Quando si sfidano neonati e bambini piccoli non è necessario nascondere il cibo. Una sfida aperta è la procedura standard in questi gruppi di età.

Test della puntura d'insetto

Questo test viene utilizzato nei pazienti con allergia al veleno di api o vespe, per verificare se il trattamento ha avuto successo. Essere punto da un'ape o da una vespa può essere irritante e doloroso. Potresti vedere una protuberanza rossa che prude o si gonfia. Se sei allergico al veleno di una puntura d'insetto, potresti avere una reazione più grave come orticaria, gonfiore o difficoltà respiratorie. I vaccini immunoterapici / allergici vengono utilizzati per modificare il decorso naturale delle malattie allergiche. In caso di allergia alle punture di insetti, i vaccini sono utilizzati per indurre la tolleranza al veleno di api o vespe, in modo che il paziente abbia solo una reazione locale, nella sede della puntura, proprio come le persone senza allergia. I vaccini antiallergici vengono generalmente somministrati per XNUMX-XNUMX anni. Trascorso questo tempo, il medico potrebbe suggerire di eseguire un test della puntura d'insetto per sapere se il paziente è tollerante. Un'ape o una vespa viene tenuta sul braccio del paziente, fino a quando il paziente non viene punto. Il paziente viene quindi osservato per vedere se compaiono i sintomi. A seconda del tipo e della gravità dei sintomi, si può valutare l'efficacia dell'immunoterapia e decidere di continuarla o interromperla.

Puntura di formica del fuoco

La gravità di a formica del fuoco la reazione alla puntura varia da persona a persona. Un normale evento di puntura di formiche di fuoco consiste in più formiche di fuoco che pungono. Questo perché quando un tumulo di formiche del fuoco viene disturbato, centinaia o migliaia di formiche del fuoco rispondono. Inoltre, ogni formica può pungere ripetutamente. Quasi tutte le persone colpite dalle formiche del fuoco sviluppano un alveare pruriginoso e localizzato nel sito della puntura, che di solito scompare entro 30-60 minuti. Questo è seguito da una piccola vescica entro quattro ore. Questo di solito sembra riempirsi di materiale simile al pus entro 24-XNUMX ore. Tuttavia, ciò che si vede è davvero tessuto morto e il blister ha poche possibilità di essere infettato a meno che non venga aperto. Una volta guarite, queste lesioni possono lasciare cicatrici. Il trattamento con la puntura di formica del fuoco ha lo scopo di prevenire l'infezione batterica secondaria, che può verificarsi se la pustola viene graffiata o rotta. Il trattamento a lungo termine dell'allergia alla puntura della formica del fuoco è chiamato immunoterapia con estratti di tutto il corpo che contiene l'intero corpo della formica, non solo il veleno, come nel caso di altri insetti pungenti. È un programma molto efficace, che può prevenire future reazioni allergiche alle punture di formiche.