Trattamento dell'orticaria

Il trattamento con i farmaci viene effettuato in modo simile in relazione a tutti i casi di orticaria cronica.

Secondo uno schema a tre fasi, vengono utilizzati i seguenti medicinali.

Antistaminici

Questi farmaci, che contrastano gli effetti dell'istamina e sono ben noti ai soggetti allergici, vengono utilizzati per primi. Inizialmente, si consiglia una semplice dose giornaliera, come quella comunemente usata in relazione ai pazienti allergici. Ciò corrisponde, ad esempio, a 5 mg di levocetirizina o desloratadina o 10 mg di cetirizina o loratadina o 20 mg di bilastina o 180 mg di fexofenadina. Se, dopo due settimane di somministrazione continua dell'antistaminico, c'è ancora disagio, può essere prescritta da un medico una prescrizione per una dose molto più alta. Fino a quattro volte quella specificata nel foglio illustrativo della dose abituale. Questo non è pericoloso. Tuttavia, dosi elevate causano affaticamento o sonnolenza in alcune persone.

Circa due terzi di tutti i pazienti con orticaria possono convivere bene con la malattia con antistaminici e altre misure non farmacologiche. Tuttavia, per il terzo rimanente sono disponibili ulteriori opzioni.

Antagonisti dei leucotrieni

I leucotrieni sono messaggeri chimici che vengono creati in connessione con l'infiammazione e svolgono un ruolo nello sviluppo dei sintomi dell'asma come gonfiore e restringimento delle vie aeree. Anche questo farmaco è quindi utilizzato principalmente per gli asmatici, ma è anche efficace nel trattamento di alcuni pazienti con orticaria.

Gli antagonisti dei leucotrieni come Montelukast aumentano gli effetti dei leucotrieni pro-infiammatori. Tuttavia, sono considerati meno efficaci degli antistaminici.

Ciclosporina A

La ciclosporina A sopprime il sistema immunitario e quindi anche i mastociti. Viene anche usato per la psoriasi grave, la dermatite atopica grave o nell'artrite cronica / artrite reumatoide. Può causare effetti collaterali, a volte gravi, e pertanto la terapia deve essere attentamente monitorata.

Omalizumab

Un nuovo farmaco è l'omalizumab. Anche questo farmaco è stato originariamente sviluppato per trattare l'asma. La sua efficacia contro l'orticaria è stata scoperta per caso. Omalizumab non viene assunto come compressa ma iniettato sotto la pelle. Omalizumab è efficace contro l'immunoglobulina E (IgE). In realtà, questa immunoglobulina - almeno questo è stato creduto finora - gioca solo un ruolo minore nella maggior parte delle forme di orticaria. Tuttavia, è noto che nel caso di pazienti allergici le IgE svolgono un ruolo molto importante nell'attivazione dei mastociti. Presumibilmente, il blocco delle IgE da parte di omalizumab ostacola semplicemente l'attività dei mastociti o la “cascata”, che porta a sempre più orticaria e angioedema.

Numerosi sono gli studi clinici che dimostrano che omalizumab è buono e sicuro ma soprattutto che di solito funziona molto velocemente. Se il disagio non può essere controllato con questo regime per un breve periodo, il cortisone può essere somministrato sotto forma di compressa o iniezione. Questa soluzione deve essere sempre utilizzata come terapia singola o come terapia a breve termine. Il trattamento permanente con cortisone non è adatto in relazione all'orticaria.

Altri metodi

I metodi sperimentali includono, ad esempio, il trattamento sintomatico con probiotici, la cosiddetta terapia di assuefazione all'istamina (con istaglobina), iniezioni di sangue intero autologo e agopuntura.

Kit d'emergenza

Nei casi di orticaria cronica grave, ad esempio nei casi in cui è presente gonfiore della mucosa che causa difficoltà di deglutizione e mancanza di respiro, si raccomanda il trasporto costante di un cosiddetto kit di emergenza con il quale è possibile controllare gli attacchi di orticaria gravi. La maggior parte di questi kit di emergenza contengono una preparazione a base di cortisone ad azione rapida e un antistaminico.