Cos'è l'orticaria fredda?

L'orticaria da freddo, o orticaria da freddo, è una reazione allergica che colpisce la pelle quando è esposta a qualcosa di freddo, come acqua fredda, clima o ghiaccio. La temperatura fredda innesca le cellule del sistema immunitario nella pelle, chiamate mastociti, a reagire e rilasciare istamina e altre sostanze chimiche. Comunemente un'eruzione cutanea rossa e pruriginosa appare entro pochi minuti dall'esposizione al freddo.

L'orticaria da freddo è piuttosto rara anche se il numero esatto di persone che hanno la condizione non è noto. In Europa, si stima che circa una persona su 2,000.

Cosa causa l'orticaria da freddo?

Per la maggior parte delle persone la causa è sconosciuta - questo è indicato come idiopatico. Occasionalmente potrebbe essere innescato da un'infezione, una puntura d'insetto, alcuni farmaci o tumori del sangue.

Quali sono i sintomi?

Il numero e la gravità dei sintomi variano da persona a persona. Il sintomo più comune è a eruzione cutanea rossa e pruriginosa (orticaria, lividi o pomfi) sulla zona della pelle esposta al freddo.

Altri sintomi includono:

  • Gonfiore (edema) nella zona sottocutanea esposta al freddo
  • Mal di testa

I sintomi possono comparire da cinque a 10 minuti dopo l'esposizione al freddo, che durano solitamente fino a un paio d'ore. I sintomi possono peggiorare quando la pelle si riscalda dopo l'esposizione al freddo.

Occasionalmente le persone sperimentano una grave reazione allergica a tutto il corpo nota come anafilassi, che può causare difficoltà a respirare, shock o svenimento. Questa è un'emergenza medica ed è necessario un trattamento urgente.

Chi è a rischio?

L'orticaria da freddo di solito si sviluppa nella prima età adulta, ma può colpire persone di qualsiasi età. Le donne hanno maggiori probabilità di averlo rispetto agli uomini.

Come viene diagnosticato?

Se manifesti sintomi, dovresti consultare il tuo medico di famiglia, che prima ti chiederà informazioni su:

  • La tua storia medica, anche se ne hai allergie
  • infezioni
  • Punture di insetti
  • Farmaci attuali
  • Cambiamenti recenti nella tua dieta.

Il tuo medico potrebbe escludere o prendere in considerazione determinate diagnosi in base alle tue risposte. Se sospettano l'orticaria da freddo, possono indirizzarti a uno specialista o condurre loro stessi un test.

La diagnosi è una semplice procedura chiamata "test del cubetto di ghiaccio". Il medico posizionerà un cubetto di ghiaccio sul tuo braccio per circa cinque minuti, quindi lo rimuoverà e aspetterà di vedere se la tua pelle reagisce mentre si riscalda. Se soffri di orticaria da freddo, dopo pochi minuti di solito si accende un "pomfo" rosso e appare nel punto in cui è stato posizionato il cubetto di ghiaccio.

Sebbene questo test sia abbastanza affidabile, non è accurato al 100%. Ad esempio, alcune persone reagiscono solo a un'esposizione al freddo molto più lunga; per altri, i ponfi sono ritardati e compaiono poche ore dopo. Di solito, però, la tua storia medica combinata con il test del cubetto di ghiaccio è sufficiente per dare una diagnosi.

Alcuni medici usano un dispositivo di temperatura appositamente progettato invece di un cubetto di ghiaccio.

Trattamento dell'orticaria da freddo

La prima opzione di trattamento è evitare l'esposizione al freddo. Tuttavia, a seconda dell'occupazione, dello stile di vita o del luogo in cui vivi, ciò potrebbe non essere sempre possibile.

Le misure di prevenzione sono generalmente combinate con la terapia farmacologica. Le opzioni includono:

  • Antistaminici (non sedativi): possono essere acquistati da banco o il medico può prescriverli. Il medico potrebbe dover aumentare gradualmente la dose del tuo antistaminico per trovare il livello giusto per te
  • Omalizumab è un farmaco per l'asma talvolta usato per trattare l'orticaria da freddo resistente agli antistaminici.

Se sei a rischio di anafilassi, il medico può anche prescriverti un autoiniettore di epinefrina da portare con te in caso di emergenza. Questo è un dispositivo medico che puoi utilizzare per somministrare rapidamente una dose di adrenalina (adrenalina) al primo segno di anafilassi. Il farmaco aiuterà a rallentare la reazione allergica, ma è comunque necessario consultare un medico.

Come posso gestire la mia orticaria da freddo?

La maggior parte delle persone fa affidamento sui cambiamenti dello stile di vita per evitare riacutizzazioni della propria condizione. Tuttavia non influisce su tutti allo stesso modo.

Può essere utile conoscere i tuoi trigger comuni e come la condizione ti colpisce personalmente. Ad esempio, puoi tollerare temperature moderatamente basse senza che la tua pelle reagisca o la tua soglia di temperatura è piuttosto alta?

Se sai che sarai inevitabilmente esposto al freddo, considera di prendere in anticipo il tuo antistaminico.

Oltre a prendere i farmaci come prescritto, evitare o prendere precauzioni con:

  • Visitare luoghi con bassa temperatura ambiente es. Cantine, piste di pattinaggio, supermercati con armadi refrigerati, ecc.
  • Attività ricreative all'aperto, ad esempio nuoto, sport acquatici, sport sulla neve, grotte e montagne
  • Lavori domestici, ad es. Pulire le finestre, sbrinare il congelatore
  • Procedure cosmetiche a freddo
  • Alimenti e bevande refrigerati / congelati.

Prima di qualsiasi procedura medica o odontoiatrica o del parto, informa il tuo team sanitario che hai l'orticaria da freddo in modo che possano tenerti al caldo durante la procedura.

La mia orticaria fredda andrà via?

L'orticaria indotta dal freddo è una condizione cronica, che dura più di sei mesi. Di solito dura alcuni anni, anche se circa una persona su tre riferisce che i suoi sintomi scompaiono entro cinque-dieci anni.

Se pensi di avere l'orticaria da freddo, dovresti parlare con un medico che può offrirti consigli.

 

FONTI

AAAAI 2020. Panoramica orticaria (orticaria) e angioedema. Accademia americana di allergia, asma e immunologia. https://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/library/allergy-library/hives-angioedema

British Association of Dermatologists. 2020. Orticaria e angioedema. Opuscoli informativi per i pazienti. https://www.bad.org.uk/for-the-public/patient-information-leaflets/urticaria-and-angioedema/?showmore=1#.YHg7ruhKhPY

Bernstein JA, Lang DM, Khan DA et al. La diagnosi e la gestione dell'orticaria acuta e cronica: aggiornamento 2014. J Allergy Clin Immunol 2014; 133: 1270-7. https://www.jacionline.org/article/S0091-6749(14)00335-2/fulltext

GARD 2020. Centro informazioni sulle malattie genetiche e rare. Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. https://rarediseases.info.nih.gov/diseases/6131/cold-urticaria

Kulthanan K, Hunnangkul S, Tuchinda P et al. Trattamenti dell'orticaria da freddo: una revisione sistematica. J Allergy Clin Immunol 2019; 143: 1311-1331. https://www.jacionline.org/article/S0091-6749(19)30209-X/fulltext

Maltseva N, Borzova E, Fomina D et al. Orticaria da freddo: cosa sappiamo e cosa non sappiamo. Allergia 2020. 76: 1077-1094. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/all.14674

Mayo Clinic. 2019. Diagnosi e trattamento. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-urticaria/diagnosis-treatment/drc-20371051

Mayo Clinic. 2019. Sintomi e cause. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-urticaria/symptoms-causes/syc-20371046

Ngan V. 2006.  https://dermnetnz.org/topics/cold-urticaria/

Zuberbier T, Aberer W, Asero R et al. Le linee guida EAACI / GA²LEN / EDF / WAO per la definizione, classificazione, diagnosi e gestione dell'orticaria. Allergy 2018; 73: 1393-1414. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/all.13397