La prevalenza delle malattie allergiche in tutto il mondo sta aumentando notevolmente sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo. Si è verificato un costante aumento della prevalenza di malattie allergiche a livello globale con circa il 30-40% della popolazione mondiale che ora è affetta da una o più condizioni allergiche.

Secondo le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), centinaia di milioni di soggetti nel mondo soffrono di rinite e si stima che più di 300 milioni abbiano l'asma, influenzando notevolmente la qualità della vita di questi individui e delle loro famiglie e influenzando negativamente benessere socioeconomico della società. Si prevede che i problemi allergici aumenteranno ulteriormente con l'aumento dell'inquinamento atmosferico e della temperatura ambiente. Questi cambiamenti ambientali influenzeranno il conteggio dei pollini, la presenza o l'assenza di insetti pungenti e la presenza o l'assenza di muffe associate a malattie allergiche.

Queste malattie includono l'asma; rinite; anafilassi; allergia a farmaci, alimenti e insetti; eczema; e orticaria (orticaria) e angioedema. Questo aumento è particolarmente problematico nei bambini, che stanno sopportando il peso maggiore della tendenza all'aumento che si è verificata negli ultimi due decenni.

Informazioni sull'allergia in:

Serbo-croato

turco